silvia-ramello-foto

Silvia Ramello

NATUROPATA – FLORITERAPEUTA 

OPERATORE SHIATSU – RIFLESSOLOGIA PLANTARE 

MASSAGGIO TRADIZIONALE COREANO KENG RAK 

Eccomi, la mia storia olistica ha inizio nel settembre 2014 quando a seguito di un periodo molto difficile della mia vita, mi sono trovata a dovermi ricostruire da zero. Tutto ciò che avevo creato nel corso degli anni, tutte le mie certezze insomma tutta l’impalcatura che reggeva la mia vita, di colpo è crollata. In un attimo non ho più saputo chi ero, né cosa avrei fatto. In un momento così difficile però ho avuto la sensazione di poter riniziare da capo… il pensiero di aver la possibilità di accantonare ciò che ero stata, l’immagine di ciò che gli altri volevano che fossi e la costruzione della Silvia che ha il dovere di essere sempre all’altezza, per riscoprire invece chi fossi io veramente, mi ha dato la forza per intraprendere un percorso olistico. 

Devo ringraziare la scuola di Naturopatia e tutti i suoi insegnanti se oggi posso finalmente sentire di fare ed essere veramente ciò che è parte di me. Ma il percorso di rinascita non è stato facile, ho dovuto affrontare le mie paure, lavorare intensamente su di me per tre anni prima di poter iniziare a capire che potevo mettere al servizio degli altri la mia empatia e le mie capacità. 

Lavorare su me stessa è stato il regalo più bello che la vita potesse farmi. Spesso si preferisce non vedere ciò che ci ferisce o ci limita; è un meccanismo istintivo di sopravvivenza dove paradossalmente è più sicuro continuare a star male che non uscire verso ciò che non si conosce. Eppure una volta intrapresa la strada, non si torna più indietro, nulla è più come prima e una volta che il cambiamento si è instaurato dentro di noi, la paura dell’ignoto viene sostituita dal piacere della scoperta, la scoperta di sé stessi. 

Attraverso questo percorso ho potuto vedere quanto ognuno di noi, in alcuni periodi della propria vita, abbia la necessità di avere un supporto che possa, con l’uso di varie tecniche, guidarlo verso una maggiore consapevolezza dei propri bisogni sia fisici che interiori. 

Tecniche come lo Shiatsu e il Keng Rak mi permettono, attraverso la stimolazione dei punti dei Meridiani Energetici e le pressioni lente e profonde, di rilassare la persona ed allo stesso tempo di lavorare in modo sottile sugli squilibri che turbano il suo stato di benessere. 

L’uso dei Fiori di Bach diventa un valido aiuto per proseguire a casa il lavoro iniziato durante il trattamento ma anche per aiutare la persona a lavorare in profondità sulle cause dei disagi emozionali, favorendo il suo benessere psicofisico e la sua evoluzione spirituale. Individuando quali siano le principali emozioni e stati mentali negativi che sono la causa del sintomo fisico (la paura, l’orgoglio, l’odio, l’egoismo, l’ignoranza, la crudeltà, l’instabilità, l’avidità, la solitudine, la depressione, la disperazione, la preoccupazione, etc.) utilizziamo una terapia energetica/vibrazionale che sia in grado di lavorare sulle emozioni e sulla psiche, per ristabilire l’armonia e l’ordine interiore, guarire gli stati d’animo negativi, sciogliere i blocchi energetici e trasformare i difetti nelle qualità opposte. 

Infine, utilizzo la Riflessologia Plantare, una forma di massaggio che, attraverso particolari stimoli e compressioni effettuati su determinate zone dei piedi (le cosiddette “zone riflessogene”), permette di prevenire ed anche trattare alcuni tipi di disturbi. Il principio fondamentale su cui si basa questa tecnica è che le zone riflessogene dei piedi sarebbero corrispondenti ad organi interni, strutture nervose, articolazioni ed altre parti del corpo. 

Tutte queste tecniche mi consentono di avere una visione “olistica” della persona, dove il corpo, la mente e lo Spirito in realtà non sono separati, ma si compenetrano e si influenzano l’un l’altro. Infatti se una “parte” subisce un’alterazione, anche le altre “parti” ne risentono. 

Anche se ancora si tende a credere che la malattia sia causata da fattori esterni, in realtà essa può essere causata da squilibri interiori (a livello energetico, emozionale o psicologico) che contribuiscono al manifestarsi di una problematica nel corpo fisico. 

Per questo motivo, il mio obiettivo non è rivolto a curare il sintomo, ma piuttosto è orientato ad identificare la vera causa che ha generato quella problematica. 

In questa visione, possiamo guardare ad ogni malattia come ad un messaggio (manifestato nel corpo) che va compreso e ascoltato, non sicuramente represso. 

Contatti di Silvia:

Se desideri qualche informazione o maggiori chiarimenti sulle attività e sui corsi che propongo, puoi chiamarmi al numero

347 477 47 40       

oppure compila il modulo a fianco. Sarà mia cura darti un riscontro nel più breve tempo possibile.